domenica 1 aprile 2018


Il mese di Marzo si è appena concluso e come sempre, anche se non sembra, noi di FlyComiso siamo presenti e pronti ad illustrarvi i numeri e le statistiche, che ricordiamo, sono frutto dei nostri studi e nulla hanno a che fare con Soaco. Provvederemo pertanto, non appena Assaeroporti pubblicherà i dati ufficiali, a modificare i nostri e a rendervene conto. Cominciamo pertanto col comunicarvi che Marzo 2018 ha registrato oltre 29660 passeggeri, che sommati a quelli registrati da Gennaio al 31 Marzo, portano il computo totale a circa 80440. Nel 2017 però, i passeggeri dello stesso mese sono stati 31753 per cui, errore o meno, Marzo 2018 chiude in negativo rispetto al 2017. Andiamo a valutare rotta per rotta nello specifico:

ROMA CIA/FCO: per quasi tutto il mese è stata operata la rotta su Ciampino e solo alla fine del mese si è cambiato su Fiumicino per cui il dato è comunque impreciso. I passeggeri su Roma sono stati comunque circa 5850 con LF: 86%, in aumento del 4% rispetto a Febbraio 2018. Con l’aggiunta del volo del Giovedì speriamo che si possano ottenere già da Aprile numeri sempre maggiori. 

MILANO MXP: unica rotta giornaliera il cui futuro resta incerto perché non sappiamo se effettivamente verranno tolte alcune frequenze o meno. In ogni caso, a Marzo 2018 Milano registra oltre 10480 passeggeri con LF: 89%, in calo del 3% rispetto a Febbraio

PISA: recuperato a fine Marzo la frequenza della Domenica, Pisa registra circa 4600 passeggeri con LF: 87%, in perdita del 2% rispetto a Febbraio scorso. Il volo avrà frequenza quadri-settimanale fino all’inizio della prossima stagione invernale. 

LONDRA STN: rotta stagionale partita con l’inizio della stagione estiva. Sono stati operati solo 2 voli, di cui uno cancellato a causa di un incendio documentato dagli stessi profili social dell’aeroporto londinese, a carico di un bus, per cui diamo il dato completo con i passeggeri come se fossero partiti e arrivati regolarmente. I passeggeri sono quindi stati circa 558 con LF: 74%.

BRUXELLES CRL: rotta annuale con frequenza bisettimanale che regala ottimi numeri a Comiso. I passeggeri registrati sono stati circa 3110 con LF: 92% in linea con il dato di Febbraio. 

FRANCOFORTE HHN: prima delle due rotte tedesche con frequenza bisettimanale e di tipo annuale. I passeggeri sono stati circa 2816 passeggeri con LF: 83% in calo dell’11% rispetto a Febbraio

DUSSELDORF NRN: seconda delle due rotte stagionali partite a fine Marzo. Tra le due (Londra) Weeze ha subito mostrato i muscoli registrando in appena due voli circa 652 passeggeri con LF: 86%

Non sono disponibili dati quanto meno precisi relativi ai voli da/per Malta che pensati con frequenza doppia a settimana, sono da fine Marzo passati a 3 con l’aggiunta del Mercoledì. A quanto pare, al momento, risulta cancellato il volo da/per Dublino per cui la stagione estiva parte già in deficit. Nulla è stato detto sui voli charter estivi, che però dovrebbero essere quasi gli stessi del 2017. Poco o niente è stato scoperto sulla stagione invernale dato che la maggior parte delle compagnie ha già programmato e pubblicato i voli della stagione invernale prossima. Ci auguriamo che qualche novità arrivi anche per Comiso. 


giovedì 1 marzo 2018



Anche oggi, 1 Marzo 2018, noi di FlyComiso teniamo a illustrarvi i dati di traffico dell’Aeroporto di Comiso, frutto di nostri studi che, come sempre, precisiamo nulla hanno a che vedere con Soaco e che pertanto, provvederemo a correggere non appena Assaeroporti pubblicherà i dati ufficiali. Cominciamo subito col dire che, rispetto allo stesso mese del 2017, Comiso guadagna circa 1700 passeggeri chiudendo Febbraio a circa 25140 passeggeri (erano stati 23387 l’anno scorso). Un dato inaspettato che però fa ben sperare (quanto meno per quanto riguarda il numero di passeggeri) per il prossimo futuro della struttura. E’ tuttavia abbastanza importante che l’aumento di passeggeri sia imputabile ai nuovi voli da/per Malta, dei quali però non abbiamo contezza effettiva. Andando nello specifico, per quanto riguarda le tratte servite da Ryanair, ecco cosa abbiamo rilevato: 

ROMA CIA: ultimo mese di operatività su Ciampino. Dalla fine di questo mese si volerà su Fiumicino con le stesse frequenze. Questo schema verrà ripetuto nuovamente all’inizio della stagione invernale 2018 quando si ritornerà su Ciampino. I passeggeri su questa tratta sono stati oltre 4640 con LF: 82%, in aumento del 10% rispetto Gennaio scorso. 

MILANO MXP: una rotta balzata all’onore delle cronache per la riduzione da 7 a 5 voli a settimana che sarà, forse, operata dall’inverno 2018 in poi, ma la speranza che l’unica rotta attualmente operata giornalmente resti tale, sebbene debole, resta ancora. I passeggeri transitati su questa rotta a Febbraio sono stati circa 9700 con LF: 92%, + 8% rispetto a Gennaio

PISA: anche per Pisa è ultimo mese di operatività con frequenza trisettimanale. Verrà infatti reintrodotto dalla fine di questo mese il volo della Domenica che contribuirà certamente ad aumentare il traffico su questa direttrice. I passeggeri sono comunque stati circa 4000 con LF: 89% con uno straordinario +12% rispetto Gennaio nonostante un volo in meno a settimana.

BRUXELLES CRL: rotta internazionale di grande soddisfazione nonostante il mese di relativo poco traffico come Febbraio. I passeggeri che hanno usufruito di questa tratta sono stati a Febbraio circa 2780 con LF: 92%, + 4% rispetto Gennaio

FRANCOFORTE HHN: migliore rotta in assoluto, ormai da un paio d’anni, in termini di traffico. Nonostante la frequenza bisettimanale, che potrebbe tranquillamente essere portata a trisettimanale, i passeggeri transitati sono stati circa 2840 con LF: 94%, + 4% rispetto Gennaio

Nessun dato è disponibile su Malta ne su Dublino che risulta ancora non in vendita sul sito della compagnia irlandese. Dalla fine di Marzo invece riprenderanno i voli stagionali da/per Dusseldorf Weeze e Londra Stansted, entrambi con frequenza bisettimanale. 


giovedì 22 febbraio 2018

Ryanair, la più grossa compagnia low cost d’Europa, si sa, di solito fa sempre quello che le pare soprattutto con i piccoli aeroporti. Proprio gli stessi che sono stati i primi a rappresentare gli interessi di Ryanair. Impossibile dimenticare che nel passato uno dei punti di forza degli irlandesi era proprio quello di puntare su scali minori, distanti più o meno dai grossi centri per farci viaggiare con pochi euro. Ma le cose cambiano, continuamente. E cosi da qualche anno a questa parte la politica di Ryanair è cambiata a tal punto che ora sembra fare l’esatto opposto: puntare su grossi scali e abbandonare i minori. Sta accadendo a Trapani dove la situazione non è delle migliori e cominciano ad essere spostati alcuni voli a Palermo, sta accadendo a Comiso dove i voli non vengono spostati ma ridotti in modo più o meno sensato, secondo noi, mentre Catania cresce a dismisura. Sia chiaro, a nostro modo di vedere, nessuna colpa può essere imputata a Sac che nella persona del suo A.D. Torrisi ha sempre manifestato fortissimo interesse a mantenere Comiso in vita e anzi a farlo crescere di più, tuttavia Comiso ha la sua società, Soaco, ed è quella certamente adiuvata da Sac, che deve trattare con le compagnie. E allora accade che Ryanair come sempre in questo periodo inizia a rilasciare le rotte già per la stagione invernale prossima, visto che quella estiva è già in vendita da qualche mese. Proviamo a fare il punto della situazione partendo dall’estate a finire all’inverno. 
 
Dall’estate, cioè a partire dalla fine di Marzo 2018 fino a Novembre, Ryanair attiverà le consuete rotte stagionali che porteranno un grosso incremento di passeggeri a Comiso, ma non basterà. Torneranno Dusseldorf Weeze e Londra Stansted tra le internazionali, mentre estremamente incerto e per certi versi negativo, è il futuro della Dublino – Comiso. Ritorna la frequenza della Domenica del volo da/per Pisa, finalmente. 
 
La politica sulla rotta da/per Roma è davvero incredibile: si, perché se dall’inverno 2017-2018 è stata spostata da Roma Fiumicino a Ciampino, da Marzo si ritorna a Fiumicino, mentre dal prossimo Novembre si ritorna di nuovo a Ciampino. Ma che senso ha tutto questo? A che pro? Davvero, ridiamo per non piangere, ma ci sarebbe tanto altro da dire. 
 
Per esempio, sul volo da/per Milano Malpensa. Era il nostro unico volo giornaliero, la punta di diamante che assicurava in media oltre 10 mila passeggeri mensili con LF (Load Factor, Tassi di Riempimento) che oscillano, persino in mesi di basso traffico come Febbraio, tra il 93 e il 95% e che ha mantenuto Comiso ad un buon livello di passeggeri nel 2017. E però da Novembre Ryanair ha serenamente deciso di eliminare i voli del Martedì e del Mercoledì trasformando un volo giornaliero a volo penta – settimanale. Incredibile. 
 
Il tutto non è ipotesi di FlyComiso, ma è tranquillamente rilevabile dal sito ufficiale della compagnia e noi non possiamo far altro che notarlo e riportarlo con tanta amarezza e sconforto. Adesso, vedendo il grandissimo impegno dei maltesi di AirMalta, che ci credono davvero, dovrebbero andare a sopperire a tutte le carenze che gli irlandesi creeranno e dare speranza a questa struttura e al territorio che pure per ora, si lamenta ma concretamente, poco fa. 
 
E come non ricordare Alitalia? L'ex compagnia di bandiera, che verrà probabilmente interamente rilevata da una cordata formata da EasyJet, AirFrance e un fondo americano Cerberus, per l'estate 2018 ha ritardato l'inizio dei voli da Milano Linate a Comiso anche se opererà con aerei più capienti. Bella favola era anche il volo da/per Roma Fiumicino sempre di Alitalia che consentiva, con un unico biglietto, di raggiungere tutto il mondo e che ebbe grossi incrementi con ottimi load factor in piena estate. Fine della storia, pure quella.  
 
Nel frattempo però ci auguriamo che nulla di questi piani incredibilmente strani si concretizzi davvero e che ci sia ancora margine per risolvere la questione, certi che i vertici Soaco si stiano impegnando in prima linea per il bene dello scalo e del territorio poiché se questa è la strada imboccata da Ryanair, sarà per forza presto o tardi, una strada senza uscita.