lunedì 15 gennaio 2018

Giornata di conferme e novità per lo scalo ragusano di Comiso quella di oggi. Già dalla prima mattina infatti abbiamo scovato direttamente dal sito ufficiale Ryanair che a partire dal prossimo 25 Marzo non solo si cambierà da Roma Ciampino a Roma Fiumicino, e questo si sapeva già, ma anche che verrà aggiunto un volo in più rispetto alle attuali frequenze. Si volerà su Roma Fiumicino ogni Lunedì, Mercoledì, GIOVEDI', Venerdì e Domenica. Contemporaneamente verrà introdotto negli stessi giorni la frequenza della Domenica del volo da/per Pisa ripristinando, finalmente, le frequenze originali e che le spettano di diritto. Ancora incertezza sulla rotta Ryanair da/per Dublino che al momento non sembra essere caricata sul sito degli irlandesi ma ci auguriamo che sia solo questione di tempo. A queste si aggiunge anche la bella novità AirMalta che opererà anche il Mercoledì oltre gli attuali voli del Venerdì e della Domenica. Un'altra importante ma quanto meno strana conferma viene direttamente dal sito di Alitalia. E' stato reintrodotto il volo che collegherà Comiso a Milano Linate a partire dal prossimo 16 Giugno ogni Sabato e Domenica con orari mattinieri. Si decollerà da Linate già alle 7:30 per arrivare a Comiso alle 9:15 e si partirà da Comiso verso Milano Linate alle 10 in punto con arrivo a Linate alle 11:50. Per quanto riguarda invece i voli charter la situazione è ancora in evoluzione. Sembrano comunque confermati i voli di ogni Mercoledì da/per Birmingham con Thomas Cook cosi come quelli per Bruxelles Zaventem e Katowice, ma di questi vi daremo maggiori informazioni più approfondite non appena il quadro sarà delineato. 


lunedì 1 gennaio 2018



 FELICE ANNO NUOVO A TUTTI! 

FlyComiso non si riposa mai, neanche un giorno e infatti come ogni primo di ogni mese che si
rispetti anche quest’oggi siamo pronti ad illustrarvi le statistiche di tutto il 2017 complessivamente relative al traffico di Comiso con l’aggiunta dei numeri di Dicembre 2017. Come sempre precisiamo che tutti i numeri che seguiranno sono frutto di nostri studi totalmente indipendenti da So.A.Co e che provvederemo a correggere eventuali errori non appena Assaeroporti pubblicherà i dati ufficiali. 

Il 2017 è stato un anno che ci ha lasciati un po’ di amaro in bocca, quanto meno per quanto riguarda i numeri in senso assoluto. Infatti se nel 2016 Comiso aveva chiuso con oltre 460 mila passeggeri in 12 mesi, il 2017 ha registrato oltre 438660 passeggeri perdendo rispetto all’anno precedente oltre 21500 unità, mentre soltanto a Dicembre 2017 i passeggeri sono stati circa 26800 cioè circa 4 mila in meno rispetto a Dicembre 2016

Una grossa perdita che purtroppo neanche i numerosissimi voli charter (aumentati rispetto al 2016) sono riusciti a colmare e certo gli irlandesi di Ryanair non hanno fatto i salti mortali per sopperire a carenze che in pratica hanno causato loro stessi diminuendo da 4 a 3 frequenze il volo da/per Pisa, ad esempio, oppure togliendo Londra (per il secondo anno consecutivo) come annuale e declassandolo a stagionale, oppure creando un certo caos tra Roma Ciampino e Fiumicino togliendo anche una frequenza in certi mesi dell’anno. Insomma è molto evidente che Ryanair a Comiso fa il bello e il cattivo tempo aumentando, diminuendo, eliminando tutto quello che vuole senza dare troppe spiegazioni e non ultimo la paventata possibilità di interrompere tutte le operazioni dal 1 Aprile 2018 se non verrà rinnovato il contratto. 

Pura follia a nostro avviso, ma se nonostante i vari tentativi, nessun’altra compagnia (ad eccezione di AirMalta per i voli di linea) si sia interessata a Comiso in questi quasi 5 anni di operatività, qualche domanda sarebbe giusto farla a tutti i livelli. E Alitalia? L’ex compagnia di bandiera ormai in odore Lufthansa si è impegnata molto su Comiso concedendo due voli a settimana per Milano Linate qualche ora prima dei voli operati da Ryanair (quotidiani) su Malpensa. Ottima idea considerando i prezzi di Ryanair e che la cosa più sicura da fare, in questo caso, certo non è fare concorrenza agli irlandesi. Ci sarebbe stata Torino o Bologna, ma del resto, a chi piace vincere facile? Che peccato Alitalia! Ma andando maggiormente nello specifico, ecco di seguito tutti i dati che abbiamo immagazzinato rotta per rotta:

ROMA FCO/CIA: rotta molto travagliata a Comiso e gestita con qualche perplessità a nostro avviso. Vale nel 2017 circa 68 mila passeggeri variando tra gli aeroporti di Fiumicino e Ciampino con un maggiore traffico su Fiumicino anche se, nei pochi voli del 2017 Ciampino ha dimostrato un ottimo tasso di riempimento. I voli da/per Roma sono dunque stati circa 406 e di questi 78 (19%) sono arrivati o partiti completamente pieni. A DICEMBRE 2017 sono stati invece circa 5470 i passeggeri da/per Roma Ciampino con LF: 85%.
 
MILANO MXP: unica rotta operata giornalmente a Comiso, nel 2017 vale quasi 123000 passeggeri tra andata e ritorno. Considerando orari di arrivo e partenza un bi-giornaliero sarebbe utile, cosi come anche per Roma, dando un enorme servizio a chi necessita ad esempio di partire e rientrare in giornata. Su un totale di circa 713 voli operati effettivamente, ben 265 (37%) tra andata e ritorno hanno registrato il tutto esaurito. A DICEMBRE 2017 invece i passeggeri sono stati circa 9450 con LF: 89%

PISA: ottima rotta che garantisce voli quasi sempre col tutto esaurito. Purtroppo però, inspiegabilmente gli irlandesi soprattutto negli ultimi mesi del 2017 hanno tolto il volo della Domenica lasciando indenni gli altri 3 della settimana e questo taglio ha provocato una perdita di almeno 1000 passeggeri al mese. Nel 2017 i passeggeri totali sono stati quasi 67 mila. Dei 386 voli operati dal 1 Gennaio al 31 Dicembre 2017 circa 118 (31%) sono arrivati o pertiti in sold out. A DICEMBRE 2017 Pisa registra oltre 4080 passeggeri con LF: 90%.

LONDRA STN: unica rotta di linea declassata a stagionale verso il Regno Unito, da fine Marzo a fine Ottobre vale circa 20800 passeggeri. I voli totali operati sono stati 126 e di questi appena 34 (27%) sono arrivati o partiti completamente pieni. 

BRUXELLES CRL: prima rotta internazionale operata a Comiso insieme a Londra, che però rimane annuale senza subire alcun declassamento. I voli di tutto il 2017 sono stati 206 e di questi 43 (21%) sono arrivati o partiti in sold out. Nel 2017 vale quasi 37 mila passeggeri. A DICEMBRE 2017 Charleroi ha registrato circa 3570 passeggeri e LF: 95%

FRANCOFORTE HHN: la prima (ed unica) delle due rotte verso la Germania con valenza annuale che ha dato maggiori soddisfazioni in assoluto nell’anno appena trascorso. Nel 2017 sono stati operati circa 166 voli e di questi ben 115 (69%) hanno registrato il tutto esaurito. La frequenza è sempre stata bisettimanale ma non esiste al momento a Comiso una rotta che abbia avuto un boom di passeggeri come questa. Nel 2017 vale circa 42 mila passeggeri. A DICEMBRE 2017 Francoforte registra oltre 3600 passeggeri con LF: 96%.

DUSSELDORF NRN: seconda rotta tedesca operata a Comiso dagli irlandesi . Con valenza stagionale già dal 2016 ha mostrato i muscoli affermandosi ancora di più nel 2017. Il totale dei voli operati solo nel periodo estivo ammonta dunque a 88 e di questi 18 (20%) hanno volato pieni. Nei mesi di operatività questa rotta vale più di 22600 passeggeri. 


DUBLINO: rotta stagionale attualmente in bilico per l’estate 2018 in quanto non ancora in vendita sul sito Ryanair, è stata operata da Giugno a Settembre, vale nel 2017 circa 11200 passeggeri. Su un totale di 70 voli, soltanto 1 è arrivato in sold out

MALTA: ultima arrivata a Comiso e operata dalla compagnia di bandiera maltese AirMalta a partire dal 17 Dicembre scorso. I voli sono stati pensati fino all’estate 2018 con frequenza doppia a settimana, il Venerdì e la Domenica, ma si aggiungerà un terzo volo a settimana, il Mercoledì dalla stagione estiva. Nei pochi giorni di Dicembre i voli sono stati 10 e di questi 1 è arrivato a Comiso pieno al 100%. I passeggeri registrati ad oggi sono oltre 960 con LF: 70%.

Dopo questa enorme carrellata di dati, non ci resta che concludere con un grande augurio di buon anno a tutti voi che ci seguite quotidianamente, ma certamente, con l’augurio che finalmente il 2018 possa essere un anno molto più produttivo del 2017 con l’arrivo di nuove rotte soprattutto nazionali, grazie a tutti i fondi stanziati per Comiso (a partire dai fondi ex Insicem, o dai 180 mila euro del Comune di Ragusa ecce cc) che devono assolutamente e velocemente essere messi a bando per permettere a eventuali compagnie interessate di partecipare e di vincere e questo come bene ha evidenziato Il Sole 24 ore e BankItalia, grazie agli internazionali soprattutto, darebbe al territorio quella grossa spinta economica che manca che di certo, male non fa, anche se tanto c’è ancora da fare. 


domenica 17 dicembre 2017

Avranno inizio a partire da questa sera le operazioni di linea della compagnia di bandiera maltese AirMalta che ha deciso di investire a Comiso con un bisettimanale proprio per Malta. Le operazioni, come già anticipato più volte, si svolgeranno ogni Venerdì e Domenica ma verrà aggiunta una terza frequenza a partire dall'estate 2018. Si volerà con un Airbus 319 da 138 posti con decollo da Malta alle 20:30 e arrivo a Comiso alle 21:10 e si rientra a Malta con decollo da Comiso alle 22 e arrivo alle 22:40. AirMalta ha fatto sapere inoltre, tramite un comunicato su Facebook, che durante questo periodo natalizio fino ai primi di Gennaio farà volare circa 1200 passeggeri per cui calcolando 10 voli soltanto a Dicembre, tra andata e ritorno, i passeggeri per ogni tratta dovrebbero essere circa 100. E' un ottimo risultato per una tratta cosi breve che è già storica a Catania dove però è presente anche Ryanair sulla stessa rotta. L'augurio nostro di FlyComiso come sicuramente quello della maggior parte degli utenti è che la tratta non solo vada a gonfie vele ma che sulla base di questi ottimi risultati AirMalta decida di investire ulteriormente aprendo rotte ormai soltanto sognate da tutti noi quali Torino, Verona o Bologna. 

giovedì 14 dicembre 2017

Riceviamo e pubblichiamo con piacere il comunicato stampa Sac/Soaco in merito all'esercitazione svoltasi oggi presso l'Aeroporto di Comiso mirata a verificare, come si legge nello stesso comunicato, l'adeguatezza del Piano di Emergenza Aeroportuale (PEA)





AEROPORTI/Comiso: oggi esercitazione Piano Emergenza Aeroportuale (PEA)
Coinvolti gli studenti dell’Aeronautico “Besta” di Ragusa

COMISO (RG), 14 dicembre 2017 - SOACO informa che oggi, giovedì 14 dicembre, con il coordinamento della Prefettura di Ragusa si è svolta una esercitazione con l’obiettivo di verificare l’adeguatezza del Piano di Emergenza Aeroportuale (PEA), così come previsto dalla normativa internazionale.
Il test, che ha impegnato decine di addetti fra personale Enac, Enav, Soaco, Vigili del Fuoco, Polizia di Frontiera, Guardia di Finanza, ambulanze e operatori del Servizio 118, prevedeva la simulazione di un incendio. Sono stati accesi dei fumogeni. Nessun aereo era in pista. Nel ruolo di figuranti sono stati coinvolti un gruppo di studenti dell’Istituto Aeronautico Fabio Besta di Ragusa.
Il sistema dei soccorsi dell’Aeroporto di Comiso ha funzionato regolarmente mettendo in atto tutte le procedure d’emergenza previste dal PEA.
 
Ufficio Stampa SAC | SOACO

venerdì 1 dicembre 2017



Appena concluso l’undicesimo mese del 2017 che sta ormai volgendo al termine e come di consuetudine noi di FlyComiso siamo lieti di illustrarvi in anteprima le statistiche dell’intero mese. Ci preme sottolineare che tali numeri sono frutto di nostri studi, totalmente indipendenti da So.A.Co e che per questo, non essendo ufficiali, potranno essere soggetti ad un piccolo tasso d’errore che però sarà prontamente corretto non appena Assaeroporti pubblicherà i dati ufficiali. Iniziamo comunque con l’anticiparvi che il mese di Novembre ha registrato a Comiso quasi 26800 passeggeri, in leggera crescita, nonostante la grave perdita del volo della Domenica da/per Pisa di cui parleremo più avanti. Sommando il totale del mese di Novembre al numero di passeggeri transitati da/per Comiso dall’inizio dell’anno si arriva a circa 412280 passeggeri. Ed infine aggiungendo i passeggeri del 2017 a quelli registrati dal 2013 a ora si ottengono 3551630 passeggeri. Andando più nello specifico, analizziamo le poche rotte rimaste a Novembre in attesa dell’arrivo della rotta da/per Malta che partirà il 17 Dicembre prossimo

ROMA CIA: pensavamo ad un tracollo dovuto al passaggio di consegne da Fiumicino a Ciampino. Eppure gli irlandesi di Ryanair restano tranquillamente a galla. Nonostante un calo del 4% rispetto al mese di Ottobre (quando ancora si volava su Roma FCO) Ciampino ha registrato a Novembre quasi 5800 passeggeri con LF: 85%. 

MILANO MXP:  vera locomotiva dell’aeroporto kasmeneo che volando ogni giorno ha registrato durante il mese appena trascorso oltre 10530 passeggeri con LF: 93% in calo del 2% rispetto a Ottobre.

PISA: ci sarebbe da dibattere a lungo su Pisa e soprattutto sulla scelta di Ryanair di eliminare la sola frequenza della Domenica per tutto l’inverno fino a Marzo prossimo. Questo ha causato una importantissima perdita di quasi 2000 passeggeri e un calo generico sulla tratta poiché eliminando il volo della Domenica chi aveva intenzione di trascorrere un fine settimana in Sicilia tramite Comiso o a Pisa partendo il Venerdì e tornando la Domenica, ha pensato di fare altro o di volare su Catania. Nell’attesa, infinita, di capire la logica di questa scelta anticipiamo che Pisa ha registrato a Novembre oltre 4300 passeggeri con LF: 88% in calo del 7% rispetto a Ottobre scorso. 

BRUXELLES CRL: con l’uscita di Londra, declassata già l’anno scorso a rotta stagionale, Charleroi resta l’unica internazionale attiva a Comiso insieme a Francoforte HHN fino al prossimo 17 Dicembre, quando arriverà AirMalta con un bisettimanale proprio su Malta. Bruxelles ha comunque registrato circa 2620 passeggeri con LF: 87%, in perdita del 9% rispetto a Ottobre. 

FRANCOFORTE HHN: seconda internazionale targata Ryanair che ha visto nel 2017 un anno letteralmente d’oro registrando sold out uno dietro l’altro e LF di tutto rispetto, ottiene a Novembre circa 2980 passeggeri con LF: 88%, in calo dell’8% rispetto a Ottobre.