mercoledì 1 ottobre 2014

Come ormai di consueto, Fly Comiso vi illustra i numeri che l’Aeroporto di Comiso ha sviluppato durante tutto il mese di Settembre. Ricordiamo che sono numeri non ufficiali che derivano da stime Fly Comiso che nulla hanno a che vedere con l’Aeroporto di Comiso e pertanto possono essere oggetto di un tasso variabile (abbastanza contenuto per la verità) d’errore. 
Entrando dunque nel vivo delle statistiche, possiamo certamente affermare che il mese di Settembre si è chiuso con +33850 passeggeri in totale. Un numero lusinghiero che per un soffio non raggiunge il numero di passeggeri di Luglio 2014. Terminato il periodo estivo ci si aspettava un grosso calo di
passeggeri su tutte le rotte. Questo non si è verificato, anche se tutte le rotte hanno subito un decremento del tasso di riempimento (Load Factor: LF). Grazie all’aggiunta del volo del Giovedì, la rotta per Roma Ciampino di Ryanair, si dimostra l’unica che termina il mese di Settembre con il segno positivo. Sono infatti stati oltre 8750 i passeggeri che hanno volato da Roma a Comiso e viceversa, dando origine ad un LF: 77%. La rotta per Pisa ha continuato a regalare grosse soddisfazioni anche ad Estate terminata. Sono stati infatti oltre 5650 i passeggeri che hanno usato questa rotta. Sorprendentemente il tasso di riempimento è rimasto invariato rispetto ad Agosto mantenendosi a 67% e come Agosto con un 2% in più rispetto a Luglio. Londra Stansted ha subito invece un grosso calo, passando da un LF: 90% ad Agosto a 77% di Settembre. I passeggeri sono stati oltre 2630. Dopo Londra è il turno della rotta da/per Bruxelles Charleroi che davvero meriterebbe un aumento delle frequenze. Nonostante una diminuzione del 4% rispetto al mese di Agosto, ha chiuso Settembre con un ottimo LF:90% e oltre 3100 passeggeri. Insieme a Bruxelles anche Francoforte ha mantenuto elevati standard di riempimento. Con ben 3000 passeggeri volati da Comiso a Francoforte, ha infatti chiuso il mese di Settembre con LF:  88% con un calo del 5% rispetto ad Agosto ma un 9% in più rispetto a Luglio. Dublino, la prima tra le tratte definite stagionali insieme a Kaunas, terminerà il 23 di Ottobre per riprendere in estate 2015. Ha subito un calo del 17% rispetto al mese di Agosto, ma i passeggeri transitati sono stati oltre 2490, soprattutto in questi ultimi giorni. Parziali sono i dati in possesso di Fly Comiso sulle rotte di Kaunas, Milano Linate di Alitalia che anche se in perdita, hanno chiuso Settembre con percentuali variabili dal 30 al 60%. Com’è noto invece, la rotta Alitalia per Roma Fiumicino è terminata a metà Settembre e pertanto non sono disponibili dati significativamente importanti. Ricordiamo infine, l’inizio di importanti voli charter turistici per esempio quelli operati da Arkia da Tel Aviv, che ha volato su comiso con un Boeing 757 da 265 passeggeri, battendo il record di grandezza tra tutti gli aeromobili atterrati a Comiso e, quelli per esempio di Scandjet dai paesi Scandinavi, novità assoluta per tutta la Sicilia. Sono terminati invece i voli charter da Tunisi, che però avendo avuto un enorme successo, si spera riprendano anche con un largo anticipo l’anno prossimo e quelli da Ginevra. Stanno continuando invece i voli Primera da Stoccolma e i Transavia da Parigi Orly.
Va da se che, nonostante praticamente tutte le rotte abbiano subito un calo più o meno importante, i numeri si sono mantenuti altamente positivi e oltre le aspettative. Come da ultimo comunicato ufficiale di So.A.Co, poche settimane fa sono stati raggiunti i 200 mila passeggeri dall’inizio del 2014 e, ad oggi, sommando i numeri di Settembre, siamo arrivati ad oltre 234 mila passeggeri. La strada per i 300 mila è ancora lunga e il raggiungimento del traguardo dipenderà da vari fattori, tra cui i voli che, per compensare l’assenza di Dublino e Kaunas, dovranno mantenere alte percentuali di LF ed eventualmente l’arrivo di nuove destinazioni, che certamente non sarebbero disdegnate da nessuno. Sarebbe il caso dunque che, chi di competenza, mettesse in campo tutta la propria esperienza e capacità per risolvere tutte le incompiute dell’Aeroporto di Comiso, ma seriamente e, che portasse nuove compagnie e nuove rotte in un momento di crisi importante per alcune compagnie tra cui Meridiana, che potrebbe essere utile invece per risollevare le proprie sorti. Ci auguriamo che la tanto paventata “sinergia” con l’Aeroporto di Catania prima o poi si concretizzi e non rimanga solo fumo nell’aria e che le trattative possano divenire celeri così a Catania come a Comiso. D’altronde, cos’è Comiso se non fratello di Catania?



0 commenti:

Posta un commento