domenica 1 febbraio 2015

Il 2015 non è iniziato nel migliore dei modi in fatto di disagi. Disagi che si sono presentati già nei primi giorni di Gennaio a causa di problemi della compagnia FlyHermes, che attualmente ha sospeso tutte le operazioni e non si sa se e quando riprenderà a volare su Comiso e, in aggiunta, l’Etna che, risvegliatasi, ha causato numerosi dirottamenti e disagi all’aeroporto di Catania, gestiti al meglio
dall’Aeroporto di Comiso. Numerose compagnie, tra cui Alitalia, Volotea, Mistral e certamente anche l’irlandese Ryanair, come abbiamo potuto documentare precedentemente, hanno scelto Comiso come alternato in caso di emergenza permettendo lo sbarco di oltre 5000 passeggeri. Da questo deriva un’impennata del numero dei passeggeri del mese di Gennaio che, insieme a quello di Febbraio, rappresenta certamente uno dei periodi meno favorevoli riguardo il tasso di riempimento dei voli. Tuttavia, Gennaio 2015 è terminato ben oltre le aspettative, con oltre 27100 passeggeri. Andando ad approfondire i dati delle singole rotte, scopriamo che la rotta da/per Roma Ciampino (che verrà sostituita dal 29 Marzo con Roma Fiumicino) è chiuso il mese di Gennaio con 7345 passeggeri e un LF (Load Factor, tasso riempimento voli) del 65%. La seconda nazionale operata da Ryanair è Pisa che ha visto transitare oltre 5150 passeggeri con voli pieni per l’80%. Per le internazionali della low cost irlandese, come sempre vince Bruxelles Charleroi, anche se Londra e Francoforte le stanno col fiato sul collo. Bruxelles ha infatti chiuso Gennaio con oltre 3000 passeggeri e un LF: 79%. Londra Stansted, un’altra tra le più trafficate, è stata utilizzata da 2944 passeggeri con un LF: 78%. Infine, Francoforte Hahn ha chiuso con oltre
2789 passeggeri, ma un LF:80% per via di un volo in meno effettuato durante tutto il mese. 
Restiamo in attesa delle novità, che speriamo arriveranno presto, relative ai bandi per l’apertura di nuove rotte e l’arrivo di nuove compagnie, grazie ai quasi due milioni di euro ex Insicem, messi a disposizione dalla Provincia di Ragusa e approvati dalla CamCom e da tutti i sindaci del Partenariato, che potrebbero portare importantissimi scenari di crescita non solo per l’Aeroporto di Comiso.


0 commenti:

Posta un commento