lunedì 1 febbraio 2016

E’ stato annunciato questa mattina in occasione di una conferenza stampa a Milano, il nuovo volo della compagnia irlandese che collegherà Catania Fontanarossa a Milano Malpensa. Il volo avrà una frequenze giornaliera addirittura con quattro voli ogni giorno a partire dal 30 Ottobre 2016. Sommando i quattro voli quindi su Malpensa ai tre voli già operativi da anni a Catania su Bergamo,
si raggiungono le sette frequenze giornaliere su Malpensa e Bergamo. A queste si aggiungano i voli EasyJet su Malpensa e quelli Alitalia e Meridiana su Linate arrivando a oltre 18 voli giornalieri che collegheranno Catania a Milano. I guai seri arriveranno per Alitalia e anche Easyjet. Quest'ultima infatti, come vedete in foto, opererà su Milano Malpensa i voli agli stessi orari di Ryanair. Come andrà a finire? La storia insegna che dove c'è Ryanair, c'è terreno bruciato per tutti gli altri competitors. Per Alitalia vale lo stesso ragionamento. Infatti, su Milano soffre la concorrenza di Ryanair, da oggi, a Malpensa e Bergamo, di Meridiana a Linate e EasyJet a Malpensa. Alitalia vola in estrema concorrenza anche sulla Catania – Roma FCO coperta anche da Ryanair e Vueling. Insomma, l’espansione di Ryanair a Catania sembra essere scritta e certificata e siamo convinti che non si fermerà certo qui e mentre Comiso, nonostante tutto, porta a casa ottimi risultati, osserva gli attacchi da anni perpetrati da Ryanair, Alitalia si fa mordicchiare dolorosamente il fegato sperando che le ricresca di notte, come nell’antica mitologia greca accadeva a Prometeo. Per concludere, pensiamo sia lecito chiedersi, alla luce degli eventi di oggi, se non sia logico e soprattutto proficuo per Alitalia basare un piccolo aeromobile da 88 posti a Comiso, per iniziare ed aprire tutte le rotte non servite a Comiso, tipo Torino, Bologna, Venezia, Roma oppure se le convenga di più farsi rosicchiare quell’ultima fetta di clientela che trova nella concorrenza spietata di Ryanair la via di fuga da certi prezzi che, talvolta, sono ancora oggi proibitivi.


0 commenti:

Posta un commento