venerdì 8 aprile 2016

E’ arrivato questa mattina direttamente con il volo proveniente da Dusseldorf Weeze, un gruppo di giornalisti tedeschi che visiterà la provincia di Ragusa fino a Lunedì, giorno in cui ritorneranno a Dusseldorf con lo stesso volo con cui sono arrivati. Un Touch&Go potremmo definirlo, poiché in tre giorni di permanenza non si potranno ammirare tutte le meraviglie di questa parte della Sicilia, ma sicuramente basteranno per dare una idea precisa delle potenzialità del territorio. Tra i giornalisti era presente anche il Direttore Marketing dell’Aeroporto di Dusseldorf Weeze, Holger Terhorst che ha tenuto a salutare di persona anche noi di FlyComiso e per questo  abbiamo potuto assistere a tutta la manifestazione e riprenderla, con qualche difficoltà, in diretta streaming che potete rivedere per intero cliccando qui  àhttps://www.facebook.com/503643063022827/videos/986791558041306/. Mr. Terhorst si è dimostrato da subito una persona solare e scherzosa e dopo il meeting ci ha dedicato cinque minuti del suo tempo per una breve intervista che potete rivedere cliccando qui àhttps://www.facebook.com/503643063022827/videos/986810298039432/. Per il territorio e Soaco erano presenti il Sindaco di Comiso, Filippo Spataro, il Direttore del Distretto Turistico degli Iblei Ezio Palazzolo, la dott.ssa Di Stefano in rappresentanza del Libero Consorzio dell’ex Provincia di Ragusa e Rosario Dibennardo, Presidente Soaco.  Il primo a prendere parola è stato proprio il Presidente Soaco che dopo aver salutato i presenti ha ribadito che il merito dei numeri dell’Aeoporto di Comiso non sono dovuti solo all’aeroporto stesso ma soprattutto al territorio e alle sue bellezze messe in luce anche dalla famosa fiction “Commissario Montalbano”. Ha aggiunto inoltre la fondamentale presenza in tutta la provincia di ben 18 siti Unesco e 4 ristoranti “Michelin” alcuni dei quali verranno visitati proprio in questi tre giorni dal gruppo di giornalisti ed infine, ben 80 km di costa visitabili. Subito dopo ha preso parola il Sindaco Spataro, il quale dopo aver dato il Ezio Palazzolo, Direttore del Distretto Turistico degli Iblei, che ha tenuto a precisare la voglia e l’impegno profuso dal Distretto affinchè gli stessi giornalisti possano visitare i migliori luoghi, cibarsi delle prelibatezze migliori in questi tre giorni, dando in cambio a loro volta ai propri lettori tedeschi una immagine reale e certamente positiva dei luoghi visitati in modo da facilitare l’arrivo di nuovi turisti in zona. Per ultimo, ma non certo per importanza, ha tenuto a prendere la parola proprio Mr. Terhorst che ringraziando i presenti, ha raccontato di una curiosa analogia tra l’aeroporto di Weeze e quello di Comiso e cioè che, non solo sono tutti e due aeroporti giovani (quello di Weeze è nato ad uso civile nei primi anni 2000), ma che come quello di Comiso, era un aeroporto militare che ospitò missili nucleari e che poi venne convertito ad uso civile. Mr. Terhorst ha ringraziato e salutato anche noi di FlyComiso per il servizio reso alla nostra comunità senza chiedere nulla in cambio e ha lanciato la proposta di creare dei gruppi di viaggio, sulla base di un programma che lui stesso ci fornirà, per fare in modo che siciliani vadano a visitare i meravigliosi luoghi vicini a Dusseldorf Weeze. Ci siamo subito resi disponibili e chiunque volesse partire o avere maggiori informazioni potrà rivolgersi a noi che faremo semplicemente da tramite. Infine Mr. Terhorst ha spiegato che Dusseldorf Weeze ha un traffico di circa 2 milioni di passeggeri all’anno con 42 rotte di cui 41 targate Ryanair. Il 40% dei 2 milioni è traffico proveniente dall’Olanda vista la vicinanza con le più grosse città. Il bacino d’utenza è di circa 10 milioni di utenti e nonostante ciò, non si aspettava che i primi voli Dusseldorf – Comiso e ritorno

proprio benvenuto ai giornalisti ha spiegato che il numero dei passeggeri e quindi di turisti presenti in provincia è si merito del territorio stesso, ma soprattutto di un aeroporto con un managment giovane ricco di idee che in sintonia col Distretto Turistico porterà avanti idee interessanti. Fatta questa premessa, il Sindaco ha raccontato  brevemente l’origine dell’Aeroporto di Comiso che da luogo militare, in quanto nato come Base Nato che ospitò missili nucleari, venne convertito ad uso civile dopo l’emergenza nata dalla guerra in Ex Jugoslavia che portò a Comiso ben 5 mila profughi kosovari nelle abitazioni che un tempo appartenevano ai militari americani. Il terzo a prendere la parola è stato 

fossero cosi pieni (viaggiarono in fatto con un LF: 86%). A margine della conferenza abbiamo avuto l’occasione di intervistare anche il Presidente Soaco Dibennardo. Cliccando qui potete rivedere per intero l’intervista à https://www.facebook.com/503643063022827/videos/986813714705757/. Abbiamo chiesto al Presidente di fare il punto della situazione e ha spiegato che chi parla di un abbandono di Comiso da parte di Ryanair, dice una falsità, tant’è che i voli passano da 19 a 26 solo Ryanair a cui si aggiungeranno da Giugno i 2 voli Tourgest che porteranno il totale a 28 che poi salirà a 32 grazie ai due voli aggiuntivi che Alitalia  ha inserito per il mese di Agosto da/per Milano Linate. Il tutto, esclusi i voli charter che invece con un po’ di anticipo rispetto al 2015, inizieranno già da domani con 5 voli provenienti tutti dalla Francia, ed in particolare da Parigi, Lille e Bordeaux. Ha specificato meglio la questione dell’emendamento Minardo, cioè della continuità territoriale, dicendo che i finanziamenti verranno utilizzati per l’apertura di rotte a prezzi competitivi, cioè in regime di Continuità Territoriale potenzialmente per Roma, Milano, Torino, Bologna e altre città, con una clausola: i nuovi voli dovranno partire entro il 2016 altrimenti verranno persi questi finanziamenti. A questi poi si aggiungeranno le rotte internazionali provenienti
dai finanziamenti ex Insicem che saranno altre 5 rotte. Il raggiungimento dei 500 mila passeggeri nel 2016 resta un passo fattibile e realizzabile, ma se partiranno tutti questi nuovi collegamenti i 500 mila passeggeri saranno facilmente superati e il pareggio di bilancio potrebbe essere anticipato addirittura di un paio di anni. Infine, nel salutare tutti gli utenti di FlyComiso, ci ha rivelato un particolare che ci ha sorpresi in modo positivo: tutti i ragazzi che lavorano in aeroporto seguono assiduamente FlyComiso che sta diventando un portale di riferimento specifico su Comiso sempre più importante non solo grazie all’umile impegno profuso da noi amministratori, ma soprattutto grazie alle centinaia di utenti che ci seguono costantemente anche se non intervengono. Ci è dispiaciuto invece sapere che tanti dei ragazzi impegnati fino all’1 di notte per assistere i passeggeri che stavano subendo un disagio il cui unico colpevole è solo il vento, sono stati ingiustamente criticati nonostante abbiano dato il massimo. A loro e a tutti i lavoratori che hanno sempre dato il massimo, va la piena stima e solidarietà di tutto FlyComiso! 


0 commenti:

Posta un commento