domenica 12 giugno 2016

Ve lo avevamo anticipato con non pochi timori già da metà Maggio 2016 ed in effetti, si è verificato per davvero. Noi per primi che eravamo in aeroporto ad assistere a tutte le fasi, siamo ancora oggi, ad evento concluso, increduli di aver visto uno degli aerei più grandi del mondo proprio all’Aeroporto di Comiso. 







Il Boeing 747 della compagnia Corsair è decollato con qualche ora di ritardo dall’Aeroporto di Parigi Orly la mattina del 9 Giugno 2016 ed è atterrato a Comiso circa 2 ore dopo il decollo trasportando 480 passeggeri, tutti diretti al ClubMed. Come anticipatovi, il tutto è stato possibile grazie ad un apposito studio fatto da So.A.Co e fornito ad Enac che, dopo averlo attentamente valutato, ha dato l’ok a tutta l’operazione seguendola da vicino step by step. Dalle varie interviste (che potete rivedere cliccando qui: https://www.facebook.com/Fly-Comiso-503643063022827/) che abbiamo potuto realizzare ai principali protagonisti dell’evento, a partire dal Presidente Soaco Rosario Dibennardo, all’A.D. Enzo Taverniti, ai Post Holder Biagio Picarella, Giorgio Barracca, Giuseppe Linguanti, Salvo Scuderi Security Manager di Comiso e a Paolo Dierna, direttore Commerciale Soaco, abbiamo percepito molto chiaramente quanto l’evento sia stato realizzato e curato nei minimi particolari. Abbiamo visto con i nostri occhi e abbiamo cercato di documentare il tutto in diretta streaming con non poche difficoltà, la meticolosa organizzazione di tutti gli uomini Soaco pronti a sacrificare ogni cosa per il buon esito dell’evento. Chi lavora in Soaco lo sa e ce ne siamo accorti anche noi, in pochi fanno il lavoro di tanti. Com’è possibile? Semplice: un enorme spirito di sacrificio e una organizzazione interna da far paura. Tant’è che nonostante la mole di passeggeri gestita in contemporanea anche in questi giorni, tutto è filato liscio come l’olio e non si è registrato un solo disagio in nessun caso. Il nostro più grande plauso va pertanto a tutti i lavoratori Soaco che hanno reso possibile l’evento con il loro lavoro e quindi anche alla dirigenza Soaco. Noi ci siamo limitati a riprendere con i nostri mezzi tutte le fasi dall’atterraggio allo sbarco, all’imbarco finanche al decollo del 747. Inutile ricordare quanti scettici hanno espresso la loro opinioni sulle varie estensioni web ed inutile ricordare anche come oggi siano tutti spariti, ma si sapeva già. A coloro i quali hanno criticato, secondo la loro visione, l’evento di un aereo che atterra o decolla, con piacere ricordiamo alcune fasi delle interviste realizzate secondo cui non è stato solo uno degli aerei più grandi del mondo ad atterrare senza alcun problema a Comiso e poi a decollare usando appena metà pista (era a mezzo carico), ma è ciò che questo ha significato: Comiso da ieri potrà essere collegato con qualunque parte del mondo poiché aerei di quella taglia, è stato dimostrato non solo in teoria ma finalmente in pratica, possono atterrare in assoluta sicurezza e tranquillità. Un risultato eccellente? Si, non potrebbe essere diversamente e chissà come questo evento verrà visto dal resto del mondo! Si perché le notizie, come ha ben detto Paolo Dierna, nel mondo dell’aviazione corrono velocissime tant’è che addirittura prima dell’atterraggio del 747 Soaco ha ricevuto ufficialmente una richiesta di quotazioni da alcune compagnie che vogliono atterrare a
Comiso con Airbus 340 e Airbus 330, più moderni e nuovi del 747 ma anche leggermente  più piccoli
nonostante comunque aerei di grossa taglia che   
affrontano regolarmente voli intercontinentali. E’ stato lo stesso Presidente Dibennardo, seguito poi dall’Ad Taverniti a dare l’anteprima in assoluto a noi di FlyComiso subito dopo l’atterraggio e durante il rinfresco che è stato organizzato per il personale di bordo ed i Comandanti del 747 (che si sono anche complimentati per la facilità con cui hanno eseguito tutte le operazioni). Anche Poste Italiane ha voluto partecipare all’evento creando un francobollo unico che rimarrà nella storia. Insomma, i complimenti si sprecano ed è giusto che sia cosi perché semplicemente tutti li meritano, dal primo all’ultimo e noi di FlyComiso siamo assolutamente onorati di aver avuto l’occasione di esserci grazie alle speciali concessioni dateci da Soaco in virtù delle quali oltre 350 mila utenti hanno potuto assistere all’evento sul web in totale, con picchi di spettatori in diretta fino a 850 e quasi 40 mila visualizzazioni per la diretta dell’atterraggio. Numeri che nessuno di noi si aspettava.
     
                                


0 commenti:

Posta un commento