lunedì 1 luglio 2019



Nuovamente pronti ad esporvi i dati di traffico dell’Aeroporto di Comiso ovviamente indipendenti dalla Società di Gestione e che provvederemo certamente a modificare con la speranza che i nostri siano sempre in errore, non appena Assaeroporti pubblicherà quelli ufficiali. Purtroppo il nostro titolo di oggi è abbastanza eloquente e non ci dilungheremo oltre con le sciocchezze. Comiso ha registrato a Giugno 2019 appena 30690 passeggeri. Nello stesso mese del 2018 i passeggeri furono niente di meno che 44915. Questo vuol dire che in un anno esatto Comiso ha perso quasi 15 mila passeggeri. Un numero pazzesco se pensiamo che altri aeroporti in un mese neanche raggiungono queste cifre, ma Comiso, è invece in grado di perderli. E si badi  bene, non è certo la posizione, l’utenza o l’infrastruttura a determinare queste perdite. Non ne possiamo davvero più di non far altro che registrare perdite di traffico pazzesche, mese dopo mese e credeteci, per noi che siamo tutti i giorni sui numeri, è davvero avvilente. E’ chiaro che questo non dipende solo dalla mancanza di voli importantissimi quali Dublino (pazzesco!!! Avevamo un volo per Dublino!!), Dusseldorf, o Londra (volo quest’ultimo che, cosi, senza troppi pensieri, da oggi è stato completamente soppresso rientrando probabilmente nel quadro di tagli pensato a tavolino dagli irlandesi di Ryanair), o dal calo di frequenze dei voli su Roma, appena 3 a settimana, o le due frequenze in meno del Milano (Martedì e Mercoledì) andate in fumo o ancora dai voli charter, mai cosi scarsi in quantità e frequenze come quest’anno. Le perdite vanno ricercate anche nelle modulazioni e negli orari di quei pochi voli presenti. Ma a chi interessa volare su Roma il Lunedì alle 18 ad esempio? Infatti, si risolve a monte il problema eliminando direttamente la tratta che, secondo il sito Ryanair, non è più in vendita dalla prossima stagione invernale. Qua rasentiamo la follia e folle è pure il silenzio di Sac e Soaco che assistono, si spera, mai inermi, a una disfatta pazzesca che magari farà anche godere qualcuno. Perdonate lo sfogo, ma come detto, è davvero frustrante. Comiso non è mai caduto così in basso e per rilanciarlo serviranno molto più che parole, soldi o bandi. Servirà volontà. Ad ogni modo, ecco i pochi dati dei voli a nostra disposizione che vi illustriamo sperando sempre di sbagliare i conti fatti.

ROMA FCO: 3 voli a settimana. I passeggeri, nonostante tutto, sono stati oltre 4400 con LF: 97%, in crescita del 5% rispetto a Maggio. 

MILANO MXP:  5 voli a settimana con un oltre 7900 passeggeri e LF: 95%, in perdita dell’1% rispetto a Maggio. 

PISA: 4 voli a settimana, più di Roma. Oltre 6100 passeggeri con LF: 95%, in crescita del 5% rispetto a Maggio. 

LONDRA STN: nell’ultimo mese di operatività ed in attesa della pubblicazione di ulteriori dati ufficiali da parte della CAA inglese, i passeggeri su questa tratta sono stati 2553 con LF: 84%, in crescita dello 0.5% rispetto a Maggio. 

BRUXELLES CRL: 2790 passeggeri con due voli a settimana e LF: 92% in crescita dell’8% rispetto a Maggio. 

FRANCOFORTE HHN: quasi 3000 passeggeri con LF: 92%, uguale a Maggio. 

I passeggeri transitati tramite voli charter ammontano a circa 3300 unità, mentre con una leggera fantasia potremmo supporre circa 1000 passeggeri sui voli Alitalia da/per Milano Linate. 


0 commenti:

Posta un commento